Charly Merano — ASM Basket U14 2015-16

09 maggio 2016 19:45

52 : 55

La partita del Cuore si gioca solo tra qualche giorno con protagonista la nazionale cantanti di calcio, ma quella andata in scena alle Segantini nel quinto derby stagionale tra le formazioni meranesi di ASM e Charly di cuore in campo ne ha visto tanto. Merito di entrambe le squadre scese sul parquet, seguite da un folto pubblico che ha assiepato le tribune e che ha sostenuto per tutti i 40 minuti le ragazzine che si sono fronteggiate a viso aperto fin dalla prima palla a due.
La posta in palio era alta, era in gioco l'accesso alla finale regionale di categoria e le condizioni di partenza delle due squadre erano assai diverse.

Da una parte il Charly veniva da un periodo molto positivo, con una crescita costante soprattutto nelle ultime settimane, mentre dall'altra la giovane formazione ASM era reduce da uno sfortunato periodo costellato da infortuni. Delle 11 ragazze a disposizione a inizio stagione solo 8 erano schierabili in campo; perfino la vice-coach non ha potuto essere presente causa malattia. Per non parlare dell'ultima settimana di allenamento con 5 ragazze presenti a causa di infiammazioni al ginocchio, impegni scolastici, gite...
Tutte queste cose messe insieme fanno capire che le preoccupazioni erano più che giustificate in casa Aesse.
È vero che la partita di andata della semifinale faceva partire le nostre portacolori con 11 punti di vantaggio, ma in queste condizioni il margine era poco rassicurante.

E fin dalle prime battute si capisce che il rischio di buttare all'aria un'intera stagione era concreto. Il Charly parte forte e le nostre non riescono a segnare su azione. I primi 4 punti arrivano tutti solo a gioco fermo con 4 liberi, ma alla fine del primo quarto le nostre sono comunque ancora in scia (10-11). Nel secondo la musica non cambia e il vantaggio delle nero-arancioni arriva a toccare anche le 7 lunghezze per scendere a 3 all'intervallo lungo. Le due compagini vanno infatti negli spogliatoi sul 21-24.
Partita apertissima e qualificazione ancora in bilico.

Il rientro in campo segna il momento migliore di capitan Gaia & co., le ragazze si cercano con sempre maggior insistenza e anche la via del canestro sembra meno tortuosa; la difesa si fa più attenta e questo porta alla svolta. Ognuna porta il proprio mattoncino, e tutte si impegnano per non far sentire la mancanza dei mattoncini delle assenti. Si vede una gran circolazione di palla, attacchi decisi al ferro e scarichi sulle compagne libere che segnano anche da fuori area. È in questo periodo che vengono strappati i migliori rimbalzi con forza e decisione, che ci si butta su ogni pallone come se fosse il più importante e che chi guarda da fuori non vede 5 ragazze con la stessa maglia, ma una squadra che lotta senza mai tirarsi indietro, a prescindere dalle protagoniste che si alternano sul parquet. "La soddisfazione più grande è che hanno fatto tutto quasi sempre da sole, senza bisogno di essere telecomandate dalla panchina" così il coach a fine gara, visibilmente soddisfatto "Era sempre stato il mio obiettivo ma poi durante le partite spesso non ci si trattiene... beh oggi a larghi tratti giravano da sole, sapevano esattamente cosa fare e quando farlo!" E il tabellone certifica quanto visto sul campo con il sorpasso e con l'allungo (anche se modesto), che viene provato già alla fine del terzo quarto: 39-34.

L'ultimo quarto è quello in cui si segna di più da entrambe le parti(16-18 per il Charly): l'ombra del traguardo si avvicinava all'orizzonte e tutte le ragazze in campo hanno voglia di arrivarci per prime. Fortunatamente il buon momento del terzo quarto prosegue e non solo si porta a casa la qualificazione, ma anche la partita: 55-52 il finale.

Grande merito alle avversarie che hanno reso questa semifinale molto combattuta. Al di là degli infortuni e delle assenze infatti i passi avanti delle cugine rispetto alle precedenti partite sono stati notevoli e questo non fa che dare ancora più peso al traguardo raggiunto.
Ora manca solo la finale contro la Cestistica Rivana, che un po' a sorpresa ha eliminato le imbattute della stagione regolare del BRB. Di certo non troveremo di fronte la stessa formazione già sconfitta nei precedenri 3 incontri della prima fase, dato che nei play-off sono rientrate le giocatrici del 2002 che durante la stagione hanno disputato il campionato U16. L'impresa risulta quindi proibitiva, ma se l'atteggiamento in campo è quello dell'ultima partita venderemo cara la pelle, nella speranza di recuperare anche almeno una delle due ragazze attualmente in infermeria.

Aesse: Durmishi 4, Bicciato, Marra 4, Ceriotti A. 22, Buciol 10, Dridi 6, Ceriotti G. 9, Panzeri.

Statistiche del 09 maggio 2016 per ASM Basket U14
PTS
Alessia Ceriotti Alessia Ceriotti 22
Amna Dridi Amna Dridi 6
Fatjona Durmishi Fatjona Durmishi 4
Gaia Ceriotti Gaia Ceriotti 9
Giulia Bicciato Giulia Bicciato 0
Giulia Buciol Giulia Buciol 10
Martina Marra Martina Marra 4
Valentina Panzeri Valentina Panzeri 0
55